I couldn't be anything else, created in CapeTown, signifies the presence, in a particular place and moment in time, of some young men, coming from other African countries, like Zimbabwe, Nigeria, Uganda, Rwanda etc..

We are related by the fact of being here, with our different origins and background.
The old photographs completing the installation, are an attempt to relate their present to their past, the indisputable sign of what they have been.

 

 

I couldn't be anything else, realizzato a Cape Town, mostra la presenza, in un determinato luogo e momento nel tempo, di alcuni uomini, arrivati qui da vari paesi Africani come  Zimbabwe, Nigeria, Rwanda, Uganda etc...

Quel che ci accomuna, è il fatto di essere qui, pur avendo origini ed esperienze differenti.
Le fotografie del loro passato che completano l'installazione, sono il tentativo di connettere il presente e il passato, il segno inconfutabile di ciò che sono stati.